Dove siamo

Perché l'amazzonia?

La foresta del bacino del Rio delle Amazzoni è fondamentale per la vita sulla Terra

È un potente alleato nella lotta ai cambiamenti climatici.
È unica. Ed è minacciata.

foresta
0 milioni
di km2
La foresta pluviale più estesa al mondo
fiume
0 mila
m3/s
Il fiume che trasporta più acqua al mondo
specieAnimali_02
0 %
di tutte le specie conosciute abita qui!
Una biodiversità unica, ancora sconosciuta
indigeni_02
0 milioni
di abitanti
Popoli indigeni, comunità tradizionali: una preziosa diversità culturale
nel mondo quest'anno

Ettari di foresta tagliata o bruciata

Dati elaborati da The World Counts

I fatti

Buone notizie

La metà delle foreste pluviali del pianeta è già scomparsa e l’Amazzonia resta la più estesa del pianeta. La buona notizia è che l’80% è ancora in piedi, rendendo possibile la nostra sfida.

Chi siamo

Da 20 anni sul campo

Il nostro impegno è la protezione a lungo termine dell’Amazzonia, della sua foresta e della sua diversità

Operiamo in aree di foresta intatta, nel cuore dell’Amazzonia brasiliana.
Sosteniamo i popoli nativi, suoi guardiani, per mantenere l’integrità dell’ambiente, la cultura e le tradizioni locali.

Mentre diffondiamo la loro voce.

cosa facciamo

proteggiamo la nostra foresta

2018

Parco Nazionale dello Jauaperi

600mila ettari di foresta intatta, strappati alla deforestazione e protetti per sempre

Nel 2018, insieme alla popolazione nativa del Rio Jauaperi, affluente del Rio Negro, principale tributario del Rio delle Amazzoni, abbiamo conseguito la creazione di un’importante area protetta, con un’estensione pari a due terzi della Corsica. 

obiettivi comuni

Cambiamo il mondo, con piccole azioni

I nostri interventi seguono la strada indicata dagli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU. Partecipiamo alla sfida globale per un mondo più giusto, un pianeta più sano e un futuro meno incerto. 

I nostri partner

Endorsement

cosa possiamo fare insieme

è tempo di agire, e noi ti offriamo la possibilità di farlo

Siamo l’opportunità che cercavi. Unisciti a noi per contribuire alla battaglia in difesa dell’Amazzonia e dei suoi popoli, contrastare la crisi climatica, garantire la salute del pianeta e offrire un futuro all’umanità.

Dona ora

Le battaglie hanno bisogno di fondi. Fai una donazione e sarai con noi ogni giorno, attivamente, sul campo.

Partecipa

Le battaglie hanno bisogno di persone. Investi il tuo tempo, le tue competenze e la tua passione.

Vieni da noi

Il più bel campo di battaglia.
Vivi l’Amazzonia e vieni a conoscere i suoi guardiani.

Aziende

Sei un’azienda o una fondazione? Scopri come diventare più green con i nostri progetti.

e ancora...

Proteggi un albero

Festeggia una ricorrenza speciale regalando lunga vita a un albero della foresta amazzonica.

Riceverai un Attestato Personalizzato con la dedica che vuoi, la foto e le coordinate geografiche dell’albero che hai scelto di proteggere.

dal nostro blog

Articoli dal blog

Fiume di luce, educazione ambientale per le comunità tradizionali amazzoniche

Si è concluso con successo il nostro nuovo progetto di Educazione ambientale in Amazzonia!

I popoli della foresta sono i suoi primi guardiani e, da millenni, vivono in armonia con l’ambiente circostante. Eppure, anche nei luoghi più remoti del Bioma, le nuove generazioni affrontano una sfida difficile: la transizione verso la modernità, l’uso della tecnologia e l’avvicinamento alla realtà urbana e al consumismo.

Con questo progetto pilota, una partnership tra Amazônia, Amazon Charitable Trust e CoopXixuaú, finanziato da Cerchi d’onda Onlus, si è voluto dare loro alcuni degli strumenti necessari per comprendere il valore di un ambiente sano ed equilibrato e la necessità di mantenerlo tale.

Il progetto ha ricevuto il nome simbolico di “Rio de Luz” (Fiume di Luce), legando l’ambiente fluviale in cui i ragazzi vivono al concetto di luce come simbolo di vita e conoscenza.

Avviate a gennaio del 2022 e concluse a giugno dello stesso anno, le attività hanno coinvolto 5 scuole del Parco Nazionale dello Jauaperi, nel cuore dell’Amazzonia brasiliana. Il progetto ha voluto offrire un modello di educazione ambientale alle giovani generazioni delle comunità beneficiare in modo da diffondere una giusta consapevolezza su temi quali il valore della foresta, la sua conservazione, le conoscenze tradizionali, la gestione dei rifiuti, l’inquinamento dell’acqua del fiume e le misure adeguate per evitare il degrado ambientale.

Le lezioni sono state tenute da un’insegnante di educazione ambientale, con il supporto del nostro staff e degli insegnanti locali. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio delle autorità scolastiche municipali e il sostegno delle leadership delle comunità tradizionali coinvolte.

Sono stati adottati vari metodi per sviluppare l’obiettivo prefissato: per i più piccoli si è pensato di svolgere attività di creatività e disegno; per i più grandi, invece, si è optato per un maggiore approfondimento dei contenuti. I 70 alunni beneficiati dal progetto hanno assistito video e disegni animati, ascoltato podcast, seguito lezioni specifiche e partecipato a esperienze formative pratiche come la raccolta differenziata dei rifiuti. Le attività ludico-pedagogiche, svolte sia in classe e che all’aperto, hanno permesso una riflessione autonoma dei bambini e ragazzi sui temi principali sopra descritti e si sono servite di una serie di strumenti utili per ogni fascia d’età: il gioco, il disegno, la musica, i laboratori creativi ed esperienziali.

A conclusione del percorso, si è tenuta una piccola cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione, in presenza delle famiglie, funzionale a rinforzare il messaggio della necessità della preservazione ambientale nelle comunità tradizionali, nonché di riconoscimento dell’impegno dei bambini e dei ragazzi, utile a consolidare l’apprendimento.

La foresta amazzonica riveste oggi un ruolo cruciale per il contenimento del caos climatico e, quindi, per il futuro dell’umanità. A sua volta, il benessere della foresta dipende anche dalle prossime generazioni di abitanti nativi, che saranno i più importanti custodi dell’immenso patrimonio di biodiversità tropicale!

Ringraziamo tutti i partecipanti, gli insegnanti e i partner coinvolti e ci auguriamo nuove collaborazioni in favore dei popoli della foresta e per il futuro dell’amazzonia e dell’umanità.

amazon carbon expedition

ABC, Amazon Biodiversity and Carbon Expedition

Una spedizione scientifica senza precedenti. La prima su larga scala e multidisciplinare realizzata nel Parco Nazionale dello Jauaperi.

L’equipe, di base allo Xixuaú e guidata dal prof. Carlos Peres dell’Istituto Nazionale di Ricerca in Amazzonia (INPA), ha riunito 24 persone, tra ricercatori e studenti di numerose istituzioni brasiliane tra cui il famoso Museo Emilio Goeldi di Belém e le università federali di Amazonas, Santa Catarina e Rio Grande do Sul.

Amazon, Biodiversity and Carbon Expeditions è il nome per esteso del progetto che ha mobilizzato, per 15 giorni di ricerca intensiva, una task force senza precedenti in zone di foresta inesplorate.

Scopo della spedizione è stato realizzare un’indagine quantitativa della biodiversità della foresta indisturbata di terra firme, inclusi vertebrati, piante e non vertebrati, come piccoli e grandi mammiferi, uccelli, lucertole, rane, pesci (tramite eDNA da campioni d’acqua), felci, alberi, coleotteri, api, formiche, termiti e altri ditteri. L’indagine ha incluso anche la misurazione dello stock di carbonio forestale e della biomassa epigea, i paesaggi sonori utilizzando registratori automatici e l’uso di trappole fotografiche.

Nei prossimi anni, ABC Expeditions realizzerà una spedizione multi-taxa in ciascuno dei 12 principali bacini fluviali, coprendo tutti i 9 stati dell’Amazzonia brasiliana e raccogliendo importanti informazioni per il futuro del Bioma.

Fieri di aver contribuito alla prima grande spedizione scientifica nel parco e molto ansiosi di vedere (e farvi vedere!) i primi risultati e le prime immagini registrate!

Stay tuned!

—————————————————————————————————————————————————

La spedizione è stata possibile grazie al sostegno dell’Università Norvegese di Scienze Naturali, di Amazon Charitable Trust e Amazônia Onlus, con l’appoggio logistico di CoopXixuaú e il consenso dell’Istituto Chico Mendes per la Biodiversità – ICMBio.

Tutti i membri del team sono stati doppiamente vaccinati e testati per Covid 24. Tutte le attività sono state svolte all’aria aperta e tutti i protocolli anti Covid rispettati.

medici in amazzonia

Dottori delle acque – la salute navigando

Risale i fiumi controcorrente il battello ambulatorio di Doutores Das Águas, portando cure e assistenza medica nei villaggi più isolati del bacino del Rio delle Amazzoni. Settimane di navigazione, decine di fermate per visitare circa 2000 nativi in ogni spedizione. Per molti di loro è l’unica occasione per incontrare un medico o un dentista e l’unica opportunità per procurarsi medicine fondamentali per il proprio benessere e quello dei propri figli.

Normalmente, il battello pullula di volontari: medici, infermieri, dentisti, odontotecnici, educatori e animatori formano una squadra di 50 persone a bordo. Quest’anno, a causa delle restrizioni imposte dai protocolli anti-Covid l’equipe medica è stata ridotta a personale con doppia dose di vaccino e le attività sono state ripensate in linea con le misure di sicurezza anti contagio per evitare assembramenti e contenere la diffusione del virus.

Lo staff ridotto a 20 specialisti ha offerto visite specialistiche, interventi odontoiatrici e di piccola chirurgia, farmaci, vaccini ordinari oltre a test per l’epatite e per malattie a trasmissione sessuale, le ultime delle quali (in particolare la sifilide) sono state riscontrate con una incidenza superiore a quanto emerso dallo screening effettuato nel 2019.

Amazônia supporta azioni sanitarie con l’obiettivo di promuovere il miglioramento degli indicatori di salute e della qualità della vita tra i popoli della foresta.

Per questo, sosteniamo anche la campagna vaccinale contro il Covid19. In collaborazione con gli Assessorati alla Salute lavoriamo per sensibilizzare la popolazione, mantenere i nativi informati sull’arrivo dei vaccini e sostenere le spese di trasporto delle famiglie più isolate fino ai posti di vaccinazione.

Un ringraziamento speciale ad ACQUASAN aver permesso il viaggio dei “dottori fluviali”!

Guarda il video del viaggio dei Dottori delle Acque!

 

flood in the jauaperi reserve brazil

Record del Rio Negro: in Amazzonia è emergenza allagamenti

L’appello di Amazônia Onlus: “Le inondazioni causano vulnerabilità, perdita di beni e malattie. Le famiglie devono abbandonare le abitazioni. C’è bisogno di tutto”

“In Amazzonia stiamo registrando allagamenti di portata eccezionale. Quest’anno il porto di Manaus ha registrato un livello record di 30,02 metri sul Rio Negro, il più alto dal 1902, quando sono iniziati i rilievi. Con l’acqua che invade le case sulle rive dei fiumi, la popolazione locale è in una situazione di estrema vulnerabilità, sta perdendo i propri beni ed è esposta sempre più al rischio di contrarre malattie, oltre che a problemi di sicurezza alimentare. Non bastava il Covid”. Con queste parole Emanuela Evangelista, direttamente dall’Amazzonia, racconta quello che sta succedendo in questo momento nella foresta pluviale: un’emergenza di cui si parla ancora poco in Italia.

 “Le inondazioni sono eventi stagionali ordinari a cui le popolazioni locali sono abituate e normalmente preparate ad affrontare, ma l’Amazzonia è sempre più spesso colpita da fenomeni estremi, probabilmente esasperati dal caos climatico”, afferma la presidente Amazônia Onlus, evidenziando che quest’anno tutte le normali precauzioni non sono bastate.

Il bacino amazzonico ha il suo ciclo naturale: da giugno a novembre, con la cosiddetta “vazante”, l’acqua scende e da dicembre a maggio l’acqua risale, effettuando la “piena”. Nell’ultimo decennio, secondo i rilievi della Rede Hidrometeorológica Nacional, il processo di piena e riflusso è diventato più accentuato, con livelli d’acqua nei fiumi sempre più estremi.

A seguito delle piene eccezionali in corso, le coltivazioni stanno finendo sott’acqua assieme ai piccoli allevamenti, la pesca sta diventando sempre più difficile per via della vastità delle zone allagate. Procacciarsi il cibo è diventato sempre più difficile e molte famiglie hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni in piena pandemia, nonostante vivano su palafitte. C’è bisogno di tutto: cibo, farmaci, prodotti per l’igiene, carburante per gli spostamenti, risorse economiche per riparare i danni e ricostruire.

Abbiamo allertato le autorità locali, raccolto immagini e testimonianze e inviato petizioni perché venga dichiarato lo stato di emergenza. Porteremo aiuti in questo momento difficile e nel post-allagamento, quando sarà necessario censire i danni e porvi rimedio.

Non lasciamoli soli.

Fai la tua donazione e aiuta la foresta e i suoi abitanti in difficoltà.

Amazônia Onlus
Sede legale:
Via Pola 21 – 20124 Milano, Italia
C.F. 97389380151

iscrizione newsletter

Unisciti a noi. E tieniti informato.

La nostra newsletter è saltuaria. Di tanto in tanto, proprio come si fa con gli amici, ti raccontiamo cosa succede nella nostra foresta!

© 2022 – All rights reserved.

designed by VisiOnAir | development by EI | Icons by Made x Made